CorradoDelBuono.it

Editoriale in evidenza

Gestire e personalizzare le barre multifunzione di Microsoft Office.

Il nuovo Office presenta sia delle barre multifunzioni standard che contestuali. Queste ultime vengono visualizzate solo quando si accede a determinate procedure. Ad esempio, se si inserisce una tabella in Office Word, viene visualizzato il gruppo STRUMENTI TABELLA contenente due barre contestuali, ovvero PROGETTAZIONE e LAYOUT. In realtà non solo è possibile personalizzare le barre multifunzioni, ma anche crearne altre contenenti comandi personalizzati. Ciò può essere particolarmente utile quando si utilizzano frequentemente combinazioni di comandi appartenenti a differenti barre multifunzioni in quanto, come è ovvio, consente un risparmio significativo in termini di tempi di lavoro. CONTINUA

WORD e produttività: passare da uno stile di formattazione ad un altro automaticamente.

Se si considerano i tempi dedicati a ciascuna operazione necessaria per la stesura di un documento, ci si accorge che, spesso, le operazioni di formattazione richiedono una buona parte del tempo complessivo anche se compiute con procedure avanzate come, ad esempio, l’utilizzo di stili di formattazione predefiniti di Word. In questo editoriale ci occupiamo delle procedure che consentono di essere più efficienti nelle operazioni di formattazione di un documento assegnando automaticamente, a parti di testo, degli stili automatici o personalizzati con la semplice pressione del tasto INVIO. CONTINUA

Realizzare un grafico Break-even point (BEP) con Excel.

La rappresentazione grafica di dati aziendali è una operazione abbastanza semplice in quanto si tratta, spesso, di dati storici (ad esempio, andamento delle vendite) o di dati che rappresentano una percentuale o quota di un totale (ad esempio, composizione del capitale sociale) per i quali si utilizzano, rispettivamente, grafici ad istogramma (o a barre) e grafici a torta (o ad anelli). Ci sono però dei dati che per essere rappresentati richiedono l’utilizzo di grafici più di tipo matematico, come ad esempio grafici a DISPERSIONE XY, per i quali occorre conoscere delle procedure operative specifiche per la loro realizzazione. In questo editoriale esaminiamo le procedure necessarie per creare un grafico che rappresenti il “Punto di equilibrio” (B.E.P.), grafico che richiede particolari accorgimenti per la sua realizzazione. CONTINUA

Template e modelli

MODELLO POWERPOINT: Math

POWERPOINT: Math

Modello di PowerPoint 2013, con effetti di animazione e transizione preimpostati, consigliato per presentazioni di dati aziendali.

DOWNLOAD

MODELLO POWERPOINT: Notes

POWERPOINT: Notes

Modello di PowerPoint 2013 a forma di quaderno sfogliabile; molto indicato per le presentazioni di lavori didattici in classe.

DOWNLOAD

Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI - © Tutti i diritti riservati.

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli