CorradoDelBuono.it

Le TABELLE di Office Excel: utilità e utilizzo di formule con riferimenti struttura.

Corrado Del Buono

L’introduzione delle TABELLE è sicuramente una delle novità più interessanti e utili del nuovo Office Excel. Per TABELLA di Excel non intendiamo un prospetto (a forma di tabella) realizzato sul foglio di calcolo ma un OGGETTO, dalla struttura simile a quella di un database, sul quale possono essere compiute diverse operazioni. In questo editoriale ci occupiamo delle procedure necessarie per realizzare TABELLE di Excel, dei vantaggi che scaturiscono da tale strumento ed, ovviamente, delle regole sintattiche per costruire formule che utilizzano i RIFERIMENTI STRUTTURA, ovvero dei riferimenti a celle o intervalli dell’oggetto TABELLA di Excel.

Pagina 1

Come creare una TABELLA di Excel

La TABELLA ha una struttura simile a quelle utilizzate nei database (di Access o di Excel): le intestazioni di colonna prendono il nome di CAMPI mentre le singole righe prendono il nome di RECORD. A differenza di un vero e proprio database, una TABELLA di Excel non deve necessariamente contenere numerosi record: spesso è utile, come vedremo, utilizzare una TABELLA anche se si devono utilizzare poche righe (ad esempio, in un modello di fattura).

Per creare una tabella è consigliato innanzitutto realizzare una mini-struttura per individuare il numero di colonne necessarie; ad esempio, supponiamo di dover predisporre un modello di fattura: possiamo creare una tabella composta da quattro colonne (DESCRIZIONE, QUANTITA’, PREZZO e IMPORTO) ed inserire due/tre prodotti di esempio. Successivamente, selezioniamo l’intervallo (in figura B3:E6), utilizziamo il pulsante TABELLA posto all’interno della BARRA MULTIFUNZIONE INSERISCI, e confermiamo le opzioni proposte nella finestra CREA TABELLA che appare a video (la finestra consente di selezionare un intervallo di celle da inserire nella TABELLA e specificare se la prima riga dell’intervallo contiene delle celle di intestazione).

A conclusione della procedura, alla TABELLA viene assegnato uno stile di formattazione predefinito e, su ogni CAMPO, viene visualizzato un pulsante per applicare dei FILTRI per i dati che la compongono.

Selezionando una cella qualsiasi della TABELLA, compare la BARRA CONTESTUALE PROGETTAZIONE, dalla quale è possibile fissare alcuni parametri: ad esempio, è possibile modificare la formattazione della TABELLA selezionando uno stile differente dall’elenco STILI TABELLA, oppure rimuovere la visualizzazione della RIGA DI INTESTAZIONE, aggiungere una RIGA TOTALE e/o rimuovere i FILTRI togliendo la spunta sull’opzione PULSANTE FILTRO.

Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI - © Tutti i diritti riservati.

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli