CorradoDelBuono.it

La funzione SOMMA.SE di Microsoft Excel: sintassi e ambiti di applicazione.

Corrado Del Buono

La funzione SOMMA.SE è una particolare funzione di Microsoft Excel che esegue un "test" su un intervallo di celle e, nel caso in cui la condizione posta si verifichi, somma i valori posti in un altro intervallo di celle; poiché esegue, di fatto, una somma di valori è classificata all'interno della categoria MATEMATICHE E TRIGONOMETRICHE anche se si tratta, a tutti gli effetti, di una vera e propria funzione LOGICA.

Pagina 1

La funzione ha la seguente sintassi:

=SOMMA.SE(Intervallo;Criteri;Int_somma)

L’argomento INTERVALLO è l'intervallo di celle che si desidera analizzare.

L’argomento CRITERI indica il “test” che Excel dovrà eseguire sull’argomento Intervallo; può contenere numeri, espressioni, semplice testo e, di solito, è coadiuvato dagli operatori logici (ad esempio “100”, “>=100”, “ProdottoA”)

L’argomento CRITERI può fare riferimento anche ad una cella esterna contenente, al suo interno, la condizione.

L’argomento INT_SOMMA è costituito dalle celle che, se si verifica la condizione, verranno sommate automaticamente da Excel (se questo argomento è omesso, verranno sommate le celle dell’argomento Intervallo).

Gli argomenti INTERALLO e INT_SOMMA corrispondono, generalmente, a due colonne o righe di una stessa tabella.

Facciamo qualche esempio per comprendere il funzionamento della funzione SOMMA.SE utilizzando, come riferimento, il prospetto rappresentato in figura.

Esempio 1

Cosa si ottiene dalla funzione seguente?

=SOMMA.SE(D2:D6;"ALFA SPA";C2:C6)

Questa funzione chiede ad Excel di verificare se le celle dell’intervallo D2:D6 (argomento Intervallo) contengono l’etichetta “ALFA SPA” (argomento Criteri) e, nel caso affermativo, di sommare le celle corrispondenti appartenenti all’intervallo C2:C6 (argomento Int_somma): il risultato della funzione sarà pertanto uguale a 10.000,00 (dato dalla somma delle celle C2 e C4 della colonna Importo in corrispondenza delle quali, le celle della colonna Clienti contengono l’etichetta “ALFA SPA”).

Esempio 2

Cosa si ottiene dalla funzione seguente?

=SOMMA.SE(A2:A6;"<=30/04/07";C2:C6)

La funzione restituisce la somma degli ordinativi fatti nel primo quadrimestre dell’anno, ovvero 23.000,00. In questo caso, difatti, si chiede ad Excel di verificare se le celle della colonna “Data ordine” (A2:A6) hanno un valore inferiore o uguale alla data finale del quadrimestre ("<=30/04/07") e di restituire, nel caso in cui tale condizione si verifichi, la somma degli Importi relativi alle singole ordinazioni (C2:C6).

Esempio 3

Cosa si ottiene dalla funzione seguente?

=SOMMA.SE(C2:C6;">5000")

In questo caso la funzione restituisce il valore di 16.000,00 in quanto essendo stato omesso il terzo argomento della funzione, vengono sommate le celle dell’argomento Intervallo che soddisfano la condizione (“>5000”).

Abbiamo detto in precedenza che l’argomento CRITERI della funzione SOMMA.SE può fare riferimento anche ad una cella esterna contenente, al suo interno, la condizione; in questo caso il riferimento alla cella deve essere indicato senza virgolette (diversamente, verrebbe interpretato come etichetta!) mentre gli eventuali operatori logici devono essere inseriti nella cella di riferimento.

Tornando al primo esempio proposto, è possibile inserire in una cella (supponiamo la E5) il nominativo del cliente e richiamare questa cella all’interno della funzione scrivendo la funzione:

=SOMMA.SE(D2:D6;E5;C2:C6)

Con un riferimento ad una cella esterna possiamo conoscere il fatturato relativo agli altri clienti semplicemente modificando il contenuto della cella E5.

Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI - © Tutti i diritti riservati.

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli