CorradoDelBuono.it

Utilizzare formule 3D in fogli di calcolo di Excel.

Corrado Del Buono

Una formula 3D è una particolare calcolo che fa riferimento a valori contenuti in celle o in intervalli di celle che occupano la stessa posizione all’interno di più fogli elettronici. Il suo utilizzo è particolarmente indicato quando si lavora con fogli di calcolo “duplicati” contenenti uno stesso prospetto quantitativo e si desidera ottenere alcune informazioni aggiuntive che hanno per oggetto le stesse celle o intervalli di tutti i prospetti.

Pagina 2

Il lettore attento avrà avuto modo di osservare come le formule 3D sono, in realtà, simili alle formule comunemente utilizzate con l’unica differenza che non si fa riferimento ad intervalli di celle ma ad intervalli di fogli di calcolo contenenti una cella (o, nelle formule più elaborate, contenenti intervalli di celle).

Il comportamento di Excel relativamente agli intervalli di celle utilizzati nelle formule, viene riproposto, grossomodo, anche con riferimento agli intervalli di fogli: così, ad esempio, se viene inserito un nuovo foglio all’interno di quelli utilizzati come riferimento nella formula, verranno considerate anche le celle di quest’ultimo nel calcolo (così come, per analogia, avviene in una funzione SOMMA quando si inseriscono nuove righe o colonne all’interno dell’intervallo di riferimento).

Per concludere, facciamo notare come il prospetto utilizzato è solo un esempio di utilizzazione di formule 3D; in realtà, in ambito aziendalistico esistono numerosi prospetti quantitativi che consentono l’applicazione di tale procedura: si pensi alle schede di magazzino, ai partitari clienti o fornitori, alle fatture, ai cedolini, solo per citarne qualcuno!

Webmaster & designer: Corrado Del Buono - CONTATTI - © Tutti i diritti riservati.

PRIVACY: Questo sito utilizza cookie di terze parti (Google AdSense, Google+ e Google Analytics) per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Maggiori dettagli