Quiz Addetti Antincendio

D.Lgs. 626/94 - DM 10.3.1998 - Accertamento dell’idoneità tecnica per il personale incaricato di svolgere, nei luoghi di lavoro, mansioni di addetto alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell’emergenza.

L'art. 6 del DM 10.3.1998 prevede che i lavoratori dei luoghi di lavoro incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze, devono conseguire necessariamente l'attestato di idoneità tecnica che, ai sensi dell’art. 3 della Legge 28.11.1996, n. 609, può essere rilasciato esclusivamente dai Comandi Provinciali dei Vigili del fuoco, a seguito di un accertamento dell’idoneità tecnica dei singoli lavoratori interessati.

Secondo le indicazioni della Direzione Generale della protezione civile e dei servizi antincendi del Ministero dell’Interno (lettera prot. 5301/6104 del 21.12.1998) l’attività di accertamento di idoneità tecnica viene effettuata, generalmente, presso la sede del Comando Provinciale VF, e prevede tre fasi di accertamento.

PRIMA FASE - Questionario

La prima fase dell’accertamento prevede la compilazione da parte del candidato di un questionario propedeutico, del tipo vero/falso ed a risposta multipla, con le seguenti regole:

  • Il numero dei quesiti da sottoporre ai candidati sarà pari a 30 (20 di tipo vero/falso e 10 a risposta multipla);
  • Il tempo disponibile per la compilazione del questionario sarà di 15 minuti;
  • Per ottenere la sufficienza (limitatamente a questa prova scritta), i candidati dovranno rispondere giustamente almeno ad almeno 16 domande (50% + 1).

Il questionario di 30 domande sarà predisposto, di volta in volta, dalla Commissione d’esame, che a tal fine estrapolerà i quesiti da quelli elaborati dal Ministero dell’Interno.

Tali quesiti formano un gruppo di 610 domande (550 domande del tipo “vero o falso”, e 60 domande “a risposta multipla”) e sono oggetto del database sottostante ai QUIZ ADDETTI ANTINCENDIO proposti su questo sito.

SECONDA FASE - Prova orale

La prova orale verterà sugli argomenti trattati nel corso, con particolare riferimento agli argomenti sui quali il candidato, nella prova scritta, ha dimostrato una non completa conoscenza.

TERZA FASE - Prova pratica

Tutti i candidati dovranno obbligatoriamente sostenere una prova pratica di spegnimento, utilizzando estintori portatili, o anche altre prove, che la Commissione esaminatrice potrà richiedere, di volta in volta, a sua discrezione (es.: uso di idranti o naspi; conoscenza della maschera a filtro; etc.).

Al termine delle prove di accertamento tecnico, la Commissione esprimerà un giudizio complessivo su ciascun candidato (idoneo o non idoneo), che terrà conto della capacità e della tecnica di intervento dimostrata dal candidato durante le tre fasi dell’accertamento.

Le schede per la preparazione all'esame

Da quanto detto in precedenza, si evidenzia la fondamentale importanza di rispondere nel modo migliore al questionario, sia per il giudizio attribuito al questionario medesimo, sia perché il successivo colloquio orale verterà principalmente sugli errori commessi nel questionario.

Pertanto, le schede proposte potranno costituire un ottimo test per verificare preventivamente il grado di preparazione raggiunto nella materia.

Web MASTER & DESIGNER Corrado Del Buono © 2013 - Tutti i diritti riservati | CONTATTI