Simulazione esame prova pratica trasporto di persone CQC

La simulazione di esame comprende 60 quesiti scelti a caso, a gruppi di 20, dal capitolo 14 al capitolo 16 del database ministeriale.

ATTENZIONE: Il tempo a disposizione durante l'esame di 120 minuti; La prova si intende superata se si risponde esattamente ad almeno 54 domande su 60.

Quesiti Vero/Falso generati in maniera casuale

CAP. 14 - Durante la fermata dell'autobus, il conducente deve utilizzare specchi retrovisori interni ed esterni nonch telecamere e monitor (se presenti)

V F

CAP. 14 - L'obbligo di protezione del vettore non richiede che lo stesso attrezzi il mezzo in modo adeguato

V F

CAP. 14 - Le autostazioni consentono il transito degli autobus e di eventuali veicoli di servizio

V F

CAP. 14 - Il rapporto contrattuale nel trasporto di persone limitato alle fasi del movimento del mezzo

V F

CAP. 14 - La riserva di infrastrutture specifiche (strade e corsie) agli autobus e filobus destinati al trasporto pubblico consente il rispetto degli orari di servizio

V F

CAP. 14 - La responsabilit penale pu sorgere in caso di omicidio colposo

V F

CAP. 14 - La piazzola di sosta presegnalata da appositi segnali verticali

V F

CAP. 14 - Il conducente di un autobus di linea deve mantenere il veicolo pulito e in buone condizioni

V F

CAP. 14 - La corsia riservata una corsia riservata al sorpasso

V F

CAP. 14 - Prima di partire con l'autobus, il conducente deve verificare la presenza del pannello dei carichi sporgenti

V F

CAP. 14 - Il personale viaggiante deve indossare la divisa, se obbligatoria, e esporre in modo visibile il tesserino di riconoscimento

V F

CAP. 14 - L'allargamento della traiettoria della parte posteriore della carrozzeria in curva dovuto al notevole valore della sporgenza del veicolo dall'asse anteriore

V F

CAP. 14 - Per quanto concerne i bagagli del viaggiatore il vettore sempre responsabile, anche se riesce a dimostrare che la perdita derivata da caso fortuito

V F

CAP. 14 - L'eventuale segnaletica orizzontale dell'area di fermata dei veicoli pubblici per il trasporto collettivo di linea contrassegnata dall'iscrizione "AUTOBUS" posta sulla pavimentazione all'interno della zona di fermata

V F

CAP. 14 - Nel contratto di trasporto stradale di persone i soggetti del contratto sono il vettore e il viaggiatore

V F

CAP. 14 - Lo spartitraffico destinato ai pedoni

V F

CAP. 14 - Le situazioni di pericolo non possono essere fronteggiate dal conducente

V F

CAP. 14 - Il parcheggio scambiatore destinato esclusivamente alla sosta dei velocipedi di utenti che utilizzano i veicoli per trasporto collettivo di linea

V F

CAP. 14 - Il conducente durante il viaggio non si deve preoccupare che i passeggeri si attengano all'obbligo di indossare le cinture di sicurezza

V F

CAP. 14 - La corsia di marcia fa parte della carreggiata

V F

CAP. 15 - Il trasporto di persone diversamente abili su carrozzella non richiede al conducente particolari obblighi in quanto sempre presente un accompagnatore

V F

CAP. 15 - Cinture di sicurezza e dispositivi di ritenuta sono obbligatori solo su autobus in servizio di linea

V F

CAP. 15 - La cassetta del pronto soccorso degli autobus pu mancare ma in tal caso deve essere presente almeno un medico a bordo

V F

CAP. 15 - Gli autobus devono essere muniti di posti a sedere, posti in piedi e posti per diversamente abili in base all'allestimento interno

V F

CAP. 15 - Sugli autobus delle categorie internazionali M2 e M3 dotati di cinture di sicurezza i bambini devono utilizzare i dispositivi di ritenuta o le cinture di sicurezza se trattasi di autobus urbani ovvero suburbani o extraurbani sui quali consentito il trasporto di passeggeri in piedi quando circolano in ambito urbano

V F

CAP. 15 - Gli autobus devono essere muniti di estintori

V F

CAP. 15 - Gli estintori degli autobus devono essere devono essere di tipo approvato

V F

CAP. 15 - Alla classe III appartengono gli autobus di tipo granturismo

V F

CAP. 15 - In materia di sicurezza il conducente non tenuto ad informare i passeggeri dell'obbligo di indossare le cinture di sicurezza

V F

CAP. 15 - La scelta dell'autobus condizionata, tra l'altro, dai possibili itinerari da percorrere

V F

CAP. 15 - Relativamente alle porte degli autobus la doppia porta permette l'accesso di pi persone contemporaneamente

V F

CAP. 15 - Gli autobus di colore giallo-limone sono scuolabus o minibus

V F

CAP. 15 - Eventuali bagagli al seguito dei passeggeri devono essere sistemati nelle bagagliere del veicolo

V F

CAP. 15 - L'obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza, salvo i casi di esenzione riguarda solo i passeggeri in quanto il conducente espressamente esentato

V F

CAP. 15 - Gli scuolabus sono caratterizzati da allestimenti particolari appositamente realizzati per il trasporto degli studenti

V F

CAP. 15 - Negli autobus, le uscite di servizio sono usate nelle normali condizioni di impiego per la salita e la discesa dei passeggeri

V F

CAP. 15 - Gli autobus sono veicoli adibiti al trasporto di persone fino a nove compreso il conducente

V F

CAP. 15 - Il trasporto dei bambini della scuola materna impone l'obbligo della presenza di apposite pedane per la salita e la discesa delle carrozzine

V F

CAP. 15 - Le cinture di sicurezza sono installate mediante appositi ancoraggi fissati alla struttura del veicolo o dei sedili

V F

CAP. 15 - Lo scuolabus un autobus adibito al trasporto di studenti e pu essere immatricolato a uso di terzi

V F

CAP. 16 - La copia conforme della licenza comunitaria deve essere tenuta presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

V F

CAP. 16 - L'accordo Interbus disciplina i servizi occasionali tra l'Italia e la Turchia

V F

CAP. 16 - Nei servizi di linea di competenza statale consentito non rilasciare ai viaggiatori un titolo di viaggio

V F

CAP. 16 - I libretti, rilasciati per lo svolgimento dei servizi occasionali in ambito comunitario, contengono: 25 fogli di viaggio numerati progressivamente da 1 a 25

V F

CAP. 16 - I servizi di linea si svolgono in modo alternato e non prevedibile

V F

CAP. 16 - Per svolgere un servizio occasionale di viaggiatori a porte chiuse, tra l'Italia e la Confederazione Svizzera, necessario avere a bordo dell'autobus la copia conforme dell'autorizzazione comunitaria oltre alla copia conforme della licenza comunitaria

V F

CAP. 16 - Il raggiungimento del migliore equilibrio tra addetti e beni utilizzati nell'organizzazione aziendale delle imprese di trasporto, dipende dal ricorso al trasporto fluviale

V F

CAP. 16 - Il biglietto (documento di trasporto) deve essere necessariamente pagato dal viaggiatore prima di salire sull'autobus

V F

CAP. 16 - La disciplina dell'autotrasporto di persone in ambito UE si applica a tutti i trasporti internazionali effettuati in conto terzi, a prescindere dall'autoveicolo utilizzato

V F

CAP. 16 - La mano da tenere la sinistra in Francia

V F

CAP. 16 - La durata della licenza comunitaria al massimo di tre anni

V F

CAP. 16 - I servizi occasionali extracomunitari non sono soggetti ad autorizzazione, se il paese di destinazione uno Stato membro

V F

CAP. 16 - I servizi di linea interregionali se interessano pi di 5 regioni sono di competenza statale, altrimenti regionale

V F

CAP. 16 - Il documento di controllo foglio di viaggio deve essere presente a bordo di un veicolo che effettua un servizio occasionale tra un paese membro e la Svizzera

V F

CAP. 16 - La "distrazione" dal servizio di linea al servizio di noleggio con conducente non mai consentita

V F

CAP. 16 - Per svolgere un servizio occasionale di viaggiatori con entrata a carico ed uscita a vuoto, tra l'Italia e la Slovenia, necessario avere a bordo dell'autobus la copia conforme del foglio di viaggio comunitario oltre alla copia conforme della licenza comunitaria

V F

CAP. 16 - In materia di servizi regolari comunitari non obbligatorio tenere a bordo del mezzo che effettua il servizio la copia conforme dell'autorizzazione

V F

CAP. 16 - I servizi regolari assicurano il trasporto di viaggiatori con una frequenza e su un itinerario predeterminati

V F

CAP. 16 - I servizi occasionali di viaggiatori in paesi con i quali non esiste alcun accordo internazionale sono soggetti ad autorizzazione anche se si tratta di un servizio svolto a porte chiuse

V F

CAP. 16 - La licenza comunitaria obbligatoria per effettuare servizi occasionali in Stati extracomunitari in cui sia vigente l'accordo Interbus

V F

Guide pratiche Office 2013

Web MASTER & DESIGNER Corrado Del Buono 2013 - Tutti i diritti riservati | CONTATTI